mercoledì 12 aprile 2017

L’infermiere 60enne con 42 anni di anzianità contributiva non deve riposare neanche 11 ore!

La durata massima dell’orario di lavoro di 8 ore giornaliere è stata in pratica ribaltata nel diritto al riposo di almeno 11 ore di riposo consecutivo nelle 24 ore lasciando in pratica la possibilità al datore di lavoro di chiedere al lavoratore una prestazione anche fino a 13 ore consecutive.


E’ quello che succede anche negli ospedali dove, addirittura, si va anche oltre come nel caso dell’infermiere anconetano Francesco Pezzuto sanzionato perché “Colpevole di essere stanco e di non poter rispondere all’ordine di servizio per l’ennesimo turno in blocco operatorio. È stato sanzionato con un ‘richiamo verbale’ Francesco Pezzuto, infermiere anconetano che nel gennaio scorso non si era presentato in servizio dopo aver comunicato la decisione alla caposala del reparto. L’esperto infermiere, 42 anni di servizio, vicinissimo alla pensione, era smontato alle 8 del mattino dopo un turno di dodici ore di reperibilità, successivo al turno di mattina del giorno prima, e sarebbe dovuto tornare in servizio poche ore dopo per il pomeriggio.” (Fonte:Ancona, tre turni di fila, devo riposare. E l'ospedale punisce l'infermiere, www.ilrestodelcarlino.it › Ancona › Cronaca, 27 mar 2017)

Dopo 40 anni di lavoro usurante come quello dell’infermiere, per non parlare dopo 42, bisognerebbe riposare sempre o fare altro stando in pensione e non riposare solo 11 ore giornaliere. Naturalmente il discorso del giusto riposo tra una giornata lavorativa ed un’altra vale per tutti i lavoratori a qualsiasi età e anzianità di servizio. Per quanto riguarda il caso specifico è stata lanciata una petizione per il rispetto delle ore di riposo per gli operatori sanitari:

 

uscm@palazzochigi.it: Rispetto delle 11 ore di riposo tra turni di lavoro per gli operatori sanitari



Segreteria NurSind Ancona



                                         #SANZIONATECITUTTI
Tutti sanitari sono sgomenti e ancora increduli della sanzione, inspiegabilmente e irrazionalmente,nonostante le normative e il buon senso, commissionata il 21 marzo al collega infermiere Francesco Pezzuto dall'AOU di Ancona. Per approfondimenti vedi qui: Conti (NurSind Ancona): Può essere sanzionato il diritto al riposo? e qui: Orario di lavoro e mancato riposo. Alla fine l’infermiere di Ancona è stato sanzionato. La sua colpevolezza per l’azienda è di aver testimoniato una realtà di abuso che troppo spesso con omertà viene celata. Esausto Francesco un giorno ha deciso di svelare la verità, ha scritto in consegna alle 8 del mattino, dopo aver lavorato in urgenza tutta la notte e cumulato nelle 24 ore più di 15 ore di lavoro in sala operatoria, che essendo stremato non avrebbe atteso al turno pomeridiano.
Noi operatori sanitari consideriamo la sanzione inaccettabile anche se minima, perché lede i principi del diritto e della dignità dei lavoratori, il potere datoriale dell’azienda non può travalicare le normative nazionali ed europee! (Vedi articolo di approfondimento: Luca Benci: il caso di Ancona e gli impropri procedimenti disciplinari ). Il dipendente in osservanza di dettami deontologici e direttive vigenti, si è reso personalmente garante della sicurezza dell’utenza, giudicando le sue personali condizioni psico-fisiche inadeguate all’adempimento del servizio. Quindi

                                             CHIEDIAMO
AL GOVERNO ITALIANO DI ASSOLVERE CONCRETAMENTE ALL'ATTUAZIONE DELLA Legge 30 ottobre 2014, n. 161 art. 14 PER TUTTI I LAVORATORI DELLA SANITA', CON IL RISPETTO:
1. DEL LIMITE MASSIMO DI 12 ORE E 50’ DI LAVORO GIORNALIERO.
2. DEL LIMITE MASSIMO DI 48 ORE DI DURATA MEDIA DELL’ORARIO DI LAVORO SETTIMANALE, COMPRESO LO STRAORDINARIO
3. DEL LIMITE MINIMO DI 11 ORE CONTINUATIVE DI RIPOSO NELL’ARCO DI UN GIORNO
IL RITIRO DELLA SANZIONE AL COLLEGA PEZZUTO IRROGATA DALL'AOU RIUNITI DI ANCONA, IN ABUSO DI NORMATIVE VIGENTI E IN CONTRASTO CON I PRINCIPI COSTITUZIONALI art.3 ,
PERCHÉ I LAVORATORI SANITARI ESIGONO GLI STESSI DIRITTI DEGLI ALTRI LAVORATORI…
ALTRIMENTI.... #SANZIONATECITUTTI !

Nessun commento: