martedì 27 dicembre 2016

Pensione: il calcolo come si fa e chi lo fa




Il problema principale rimane quello di andare in pensione con requisiti equi e giusti, cosa che non si realizzerà certo con l’Ape inserito in legge di bilancio 2017.
A seguire è importante, nel momento che si riuscissero a raggiungere i lunghi requisiti stabiliti dalla legge Fornero + l’applicazione automatica (da abolire) della indicizzazione della speranza di vita, quanto si andrebbe a prendere di assegno pensionistico.
La questione si risolverà nel momento in cui il lavoratore passerà ad essere pensionato e perciò l’Inps comunicherà l’importo dell’assegno pensionistico.

Nell’attesa dell’evento, per avere una idea, oltre che andare ad un patronato di proprio gradimento, si possono consultare alcuni link che di seguito proponiamo:


La Mia Pensione - INPS - Servizi Online 

il servizio è dedicato in particolare ai dipendenti del privato in quanto a quelli pubblici la risposta attualmente potrebbe essere la seguente:

“Dai nostri archivi risulta che possiedi contribuzione in gestioni previdenziali attualmente non utilizzabili ai fini del servizio (Gestione Dipendenti Pubblici). Ti invitiamo, pertanto, ad accedere in un momento successivo, tenuto conto che l'Istituto sta progressivamente ampliando la platea degli utenti abilitati oppure a contattare, per maggiori informazioni o approfondimenti sulla tua posizione previdenziale, il Contact Center ai numeri 803164, gratuito da fisso, o 06164164 da cellulare.”

Una simulazione, comunque, si potrebbe fare con un calcolo fai da te al seguente link:

Con un buon grado di approssimazione, si può determinare in base ad alcuni semplici dati quale sarà l'importo del trattamento lordo e netto dei lavoratori che andranno in pensione da quest'anno fino al 2019.



Nessun commento: