lunedì 1 dicembre 2014

In pensione i fruitori, nel 2011, di congedi parentali o permessi Legge 104: non tutti!


Per approfondire, brevemente, la questione della salvaguardia per i fruitori, nel 2011, di congedi parentali o permessi Legge 104 abbiamo fatto alcune domande ad un dirigente Inps.

Quante domande vi sono pervenute a seguito della IV salvaguardia?
Sono pervenute circa diecimila domande  di cui 2500 soddisfatte e le altre sono rimaste in apposito elenco.  Altri 7.500 richiedenti sono dei potenziali pensionati con i requisiti pre-Fornero.

Con la VI salvaguardia  c’è la disponibilità per altri 1800 salvaguardati,  come verranno inserite le domande nella graduatoria?
Non c’è una vera e propria graduatoria ma un semplice elenco.
Nell’elenco finale confluiranno le 7500  domande non soddisfatte e le nuove da inoltrare entro il 5 gennaio 2015 (non devono ripetere la domanda quelli che l’hanno presentata nell’ambito della IV salvaguardia).
La salvaguardia riguarda ancora anche chi ha usufruito di almeno un giorno di permesso L. 104 o congedo parentale nel 2011.  Per molte lavoratrici/lavoratori (prevalentemente donne) con i requisiti pre Fornero e situazioni familiari bisognose di assistenza è stata senz’altro una possibilità per soddisfare una reale necessità.
Il criterio per stilare una sorta di elenco non è a punteggio ma vengono ammessi, alla salvaguardia, i soggetti con l’età anagrafica e l’anzianità contributiva posseduta in base ai requisiti pre-Fornero (“Come disposto dall’art. 2, comma 1, lettera d) della legge n. 147 del 2014, i lavoratori in parola possono accedere al beneficio a condizione che perfezionino i requisiti utili a comportare la decorrenza del trattamento pensionistico, secondo la disciplina vigente alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 201 del 2011, entro il quarantottesimo mese successivo alla data di entrata in vigore del medesimo decreto legge n. 201, vale a dire entro il 6 gennaio 2016” Messaggio n. 8881 del 19-11-2014).

Quelli che hanno usufruito di un solo giorno di permesso L. 104 o congedo parentale nel 2011?
Come detto sono pensionabili anche quelli che hanno usufruito anche di un solo giorno di L. 104 o congedo parentale nel 2011 ed anche quelli che, purtroppo, il familiare da assistere ora non c’è più in quanto deceduto.
Per il gioco dei mesi o giorni di età anagrafica o anzianità contributiva potrebbero rimanere fuori quelli che hanno ancora il drammatico problema di assistere familiari disabili.

Tutto ciò non le sembra contraddittorio?
Questo è quanto ha deciso il legislatore. Molti casi di una certa gravità familiare con persone disabili rimarranno fuori a fronte di altri che il problema non lo hanno più oppure lo vivono in maniera meno grave.

Perché solo per quelli che hanno usufruito nel 2011 di L. 104 e congedi parentali e non anche per quelli che hanno usufruito e ne usufruiscono nel 2012, 2013, 2014 considerato che stiamo parlando di persone che comunque hanno quota 96/97 o 40 anni di contribuzione?
A questa domanda deve rispondere il legislatore.

In base a quale criterio migliaia di lavoratori/lavoratrici, in possesso di tutti i requisiti richiesti, rimarranno fuori anche dalla VI salvaguardia?
Le risorse sono limitate ed anche il numero dei posti è perciò limitato. Le domande, già da adesso, superano abbondantemente la disponibilità*.

(*ndr: a fronte delle domande inviate all'Inps in base alla IV salvaguardia le certificazioni elaborate sono 4844 di cui 2500 inviate come da report Inps "Salvaguardie situazione al 27 ottobre 2014" ma anche le altre domande già inviate andranno riviste alla luce dei nuovi termini di decorrenza indicati nella VI salvaguardia)

Le nostre domande finiscono qui ma gli interrogativi sono rimasti.
I criteri decisionali che hanno guidato l’approvazione di questo provvedimento sono difficili da capire se non inspiegabili. Una minima logica elementare vorrebbe, in questo caso specifico, che a tutti i fruitori di Legge 104 o congedi parentali con i requisiti pre-Fornero fosse riconosciuto il diritto di accesso alla pensione.
Ciò al momento non è possibile in quanto anche questo è un provvedimento contraddittorio e raffazzonato per mettere delle pezze alla riforma pensioni Fornero che dovrebbe essere cancellata al più presto possibile.

Nessun commento: